ATTENZIONE AMMISSIONI APERTE

CALENDARIO COMPLETO DEI WORKSHOP

del CentroStudioAttori per l’a.a. 2019/2020

 


TEATRODANZA E PERFORMING ARTS 

a cura di Irina Galli

Novembre

Giov 7 – Ven 8 – Sab 9 – Dom 10

Un percorso che parte dal teatro-danza, come strumento di liberazione dell’espressione attraverso la connessione emozione-corpo, per arrivare alla creazione di un personaggio non artefatto dal pensiero o dal pregiudizio dell’attore, in grado di esprimere le profonde pulsioni dell’umanità.

Il percorso si rivolge ad attori, allievi attori, danzatori e performers.

A partire da spunti drammaturgici, poetici ed elementi di auto drammaturgia intraprenderemo un viaggio verso la creazione performativa.

Irina Galli coniuga gli strumenti della scuola realista  anche al teatro danza,

La ricerca della verità dell’impulso corporeo, può divenire azione simbolica e ripetibile, purché parta da un nucleo vitale autentico.

La “forma” non potrà mai dunque separarsi dalla “sostanza” dell’azione interiore nell’atto coreografico.

Procedendo dall’impulso al gesto il laboratorio affronterà i temi cardine dell’azione scenica: partitura corporea individuale e collettiva, improvvisazione, i nuclei dell’azione interiore, creazione e deformazione del personaggio, come smascheramento di parti di sé.

IRINA GALLI è regista, attrice, coregrafa e acting coach. Studia danza contemporanea fin da bambina, teatrodanza e si forma con Alessandro Del Bianco e John Strasberg alla recitazione realista e alla regia. Con Alessandro Del Bianco co-dirige il Teatro Cinque e il Centro Studio Attori per molti anni. E’ operatrice teatrale per l’infanzia e la gioventù e coordinatrice dei progetti di Teatro nella scuola dirige in prima persona centinaia di laboratori teatrali con spettacolo finale nelle scuole lombarde. Attualmente dirige Moovie – film service company, con Caterina Teoldi.

 


 

DANZA BUTOH

a cura di Margherita Tisato

Dicembre

Giov 12 – Ven 13 – Sab 14 – Dom 15

Il Butoh e’ una tecnica nata dagli orrori della seconda guerra mondiale in Giappone, che si ribella al panorama culturale del dopoguerra, caratterizzato dalla rigidita’ della cultura tradizionale da una parte e dall’occidentalizzazione dall’altra. Il Butoh nasce come forma d’arte che rispecchi l’oscurita’ in cui l’umanita’ intera e’ precipitata.”Ankoku Butoh”, la Danza dell’oscurita’”di Tatsumi Hijikata e Kazuo Ohno, esiste nello spazio liminale fra la mente consapevole e il movimento inconsapevole; in questo spazio delicato ed effimero il danzatore puo’ liberarsi delle maschere sociali e delle regole della tecnica, per dare corpo al proprio senso di umanita’ accettandone anche gli aspetti piu’ sgraziati e grotteschi, nella perfezioen del movimento interiore esteriorizzato.

In questo seminario useremo tecniche di movimento somatico, Noguchi Taiso, esercizi bio-energetici, improvvisazione e le notazioni tradizionali del Butoh, Butoh-Fu, alla ricerca del movimento interiore individuale, e di una danza liberata dal peso dell’ estetica.

 

MARGHERITA TISATO ha iniziato a studiare danza da bambina, con Elena Cerruto. Gli studi in danza contemporanea, tecnica classica, e Humphrey-Limon l’hanno portata ad assistere e poi insegnare lezioni per bambini e adulti dal 2002 al 2006. Margherita vive a New York dal 2006, dove ha continuato gli studi di danza moderna, principalmente con Jim May e gli insegnanti dell’Istituto Limon, Catherine Gallant e Francesca Todesco, da cui impara la tecnica di Isadora Duncan, ed Amy Matthews, con cui studia Anatomia, Kinesiologia, e le basi di Body Mind Centering e Bartenieff; a New York lavora regolarmente con Dances by Isadora ed il Sokolow Theater/Dance Ensemble. Dal 2007 integra il lavoro di danza moderna con la pratica del Butoh: ha studiato con Vangeline, Yumiko Yoshioka, Mari Osanai, Katsura Kan, Hiroko e Koichi Tamano, Diego Pinon, Atsushi Takenuchi. Danza con il Vangeline Theater dal 2008, ed inizia ad insegnare Butoh nel 2012, presso il New York Butoh Institute fondato da Vangeline. Dal 2010 Margherita affianca alla danza l’insegnamento dello Yoga, lavorando in diversi studi, una comunita’ terapeutica tossicodipendenti e, con Liberation Prison Yoga, in carcere

 


 

SCRITTURA SCENICA

a cura di Alice Lutrario

Febbraio

Giov 6 – Ven 7 – Sab 8 – Dom 9

Il seminario è rivolto ad attori, autori, performer e in generale a coloro interessati alla scrittura per il teatro e il cinema.

Un percorso alla scoperta del legame tra le parole del personaggio e quelle dell’attore.

Il laboratorio si articolerà tre parti:

Nella prima parte approfondiremo gli strumenti fondamentali per la creazione del personaggio e della struttura narrativa dal punto di vista drammaturgico.

Nella seconda pratica, nella quale realizzeremo dei brevi monologhi a partire dai personaggi e dalle strutture ideate nella prima parte del seminario.

Nella terza parte procederemo alla messa in scena dei monologhi con conseguenti correzioni e riflessioni attraverso l’analisi attiva degli stessi.

ALICE LUTRARIO regista e autrice teatrale.  Laureata in Lettere Moderne presso l’università La Sapienza di Roma, con indirizzo Letteratura, musica e spettacolo. Subito dopo l’università frequenta la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano, diplomandosi in Regia Teatrale nel 2016. Collabora in qualità di regista e di assistente alla regia con varie realtà teatrali, come il Teatro Franco Parenti di Milano, Piccolo Teatro di Milano, Il Teatro Sociale di Brescia, il Teatro Piccolo Orologio di Reggio Emilia. Dal 2015 collabora con diversi progetti cinematografici e pubblicitari in qualità di assistente alla regia e assistente di produzione. Nel 2017 Per la Biennale di Venezia cura regia e libretto dell’opera lirica “Apnea”. Completa la sua formazione autoriale presso l’Accademia nazionale d’Arte drammatica “Silvio d’Amico”  di Roma, frequentando il master in Drammaturgia e Sceneggiatura. Attualmente prosegue la sua attività lavorativa come autrice, regista e assistente alla regia dividendosi tra impegni teatrali e audiovisivi.


CREAZIONE COLLETTIVA

Living Theatre Europe

a cura di Gary Brackett

Aprile

Giov 16 – Ven 17 – Sab 18 – Dom 19

 

Parte I: Il lavoro del Living Theatre

L’attività di laboratorio proposta sarà svolta utilizzando il materiale, le scene, le forme ed i linguaggi espressivi che costituiscono l’alfabeto del Living Theatre.

Le tecniche utilizzate saranno quelle sviluppate dalla compagnia nel corso dei suoi 60 anni d’attività:

•non-fictional acting

•creazione collettiva

•espressionismo artaudiano

•rituali

•biomeccanica

•meditazione

•yoga

•elementi formali del Teatro politico di Brecht e Piscator

•elementi formali del Teatro di Strada sperimenteremo nel laboratorio, nuove forme di rito, valide nella nostra quotidianità, in base alle esigenze mutate e ai nuovi conflitti sociali e politici presenti sul nostro territorio.

 

Parte II: Creazione Collettiva

I partecipanti al lavoro di gruppo, attraverso la discussione, le sperimentazioni, l’improvvisazione e la creazione di testi svilupperanno le proprie scene originali.

Gary supporterà i gruppi nella gestione della messa in scena guidando, se neccessario, la fase finale di sunto e formalizzazione.

L’attività laboratoriale può essere integrata con una selezione di materiali video che completano ed approfondiscono la panoramica storica, formale, estetica e politica della compagnia.

I laboratorio è aperto a dilettanti e professionisti.

GARY BRACKETT nasce nel North Carolina, USA. Terminati gli studi in Scienze Politiche si trasferisce prima a Boston poi a Parigi e di nuovo negli States, a New York, dove svolge la sua attività di attore, pittore e produttore nell’ambito dell’avanguardia newyorkese. A metà degli anni ottanta incontra il Living Theatre con il quale inizia a collaborare dal 1989. Esperto di biomeccanica ed istruttore di yoga – formatosi presso la prestigiosa Jivamukti Yoga School di New York fondata da Sharon Gannon e David Life – ha diretto in Italia ed Europa centinaia di stage e curato la messa in scena di spettacoli del repertorio della compagnia americana quali Sette Meditazioni sul Sado-masochismo Politico, Mysteries and Smaller Pieces e Non In Mio Nome. Dal 2010 Gary Brackett vive e lavora stabilmente in Italia. Con la compagna Eleonora Cedaro nel 2010 ha fondato l’Associazione Culturale Living Theatre Europa, di cui è direttore artistico. Nell’aprile 2010 Living Theatre Europa presenta Green Terror, coproduzione di LTE ed Atelier 210 di Bruxelles, seguito da Let My Brother Go – 2012, LasciateC.I.E.ntrare – 2013 e Girl Is a Gun – 2014.  Assieme ad Eleonora nel settembre del 2014 ha inaugurato a Trieste PerForm, centro dedicato alle discipline del corpo ed alle arti performative e casa del Living Theatre Europa.


 

TEATRODANZA E PERFORMING ARTS

 

a cura di Irina Galli

Maggio

Giov 28 – Ven 29 – Sab 30 – Dom 31

Un percorso che parte dal teatro-danza, come strumento di liberazione dell’espressione attraverso la connessione emozione-corpo, per arrivare alla creazione di un personaggio non artefatto dal pensiero o dal pregiudizio dell’attore, in grado di esprimere le profonde pulsioni dell’umanità.

Il percorso si rivolge ad attori, allievi attori, danzatori e performers.

A partire da spunti drammaturgici, poetici ed elementi di auto drammaturgia intraprenderemo un viaggio verso la creazione performativa.

Irina Galli coniuga gli strumenti della scuola realista  anche al teatro danza,

La ricerca della verità dell’impulso corporeo, può divenire azione simbolica e ripetibile, purché parta da un nucleo vitale autentico.

La “forma” non potrà mai dunque separarsi dalla “sostanza” dell’azione interiore nell’atto coreografico.

Procedendo dall’impulso al gesto il laboratorio affronterà i temi cardine dell’azione scenica: partitura corporea individuale e collettiva, improvvisazione, i nuclei dell’azione interiore, creazione e deformazione del personaggio, come smascheramento di parti di sé.

IRINA GALLI è regista, attrice, coregrafa e acting coach. Studia danza contemporanea fin da bambina, teatrodanza e si forma con Alessandro Del Bianco e John Strasberg alla recitazione realista e alla regia. Con Alessandro Del Bianco co-dirige il Teatro Cinque e il Centro Studio Attori per molti anni. E’ operatrice teatrale per l’infanzia e la gioventù e coordinatrice dei progetti di Teatro nella scuola dirige in prima persona centinaia di laboratori teatrali con spettacolo finale nelle scuole lombarde. Attualmente dirige Moovie – film service company, con Caterina Teoldi.


COSTI

SINGOLO WORKSHOP: 230 €

+ 10€ tessera associativa (annuale) + 5€ copertura assicurativa (annuale)

 

PACCHETTO COMPLETO (5 workshop):

990€ annui

+ 10€ tessera associativa + 25€ copertura assicurativa

 

suddivisi in 3 tranche di pagamento:

365€ all’atto di iscrizione/330€ entro il 7 gennaio/330€ entro il 31 marzo

10% di sconto se pagamento in un’unica soluzione.

 

CONVENZIONI PER ALLIEVI INTERNI ED EX ALLIEVI

SINGOLO WORKSHOP: 180 €

+ 10€ tessera associativa (annuale) + 5€ copertura assicurativa (annuale)

 

PACCHETTO COMPLETO (5 workshop):

840€ annui

+ 10€ tessera associativa + 25€ copertura assicurativa

 

suddivisi in 3 tranche di pagamento:

315€ all’atto di iscrizione/280€ entro il 7 gennaio/280€ entro il 31 marzo

10% di sconto se pagamento in un’unica soluzione.

 

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:

info@centrostudioattori.it  |   +39 351 9527010

 

 


WORKSHOP ESTERNI

IL SELF TAPE

Come realizzarlo perché sia efficace

a cura di Valentina Materiale

Sabato 29 Febbraio

e

Domenica 1 Marzo

Il seminario è rivolto ad attori e attrici con pregressa formazione, attivi in pubblicità e/o cinema.

Il SELF TAPE è uno strumento oggi largamente utilizzato nel Casting sia pubblicitario che cinematografico. Spesso tuttavia il materiale che il Casting Director riceve dagli Attori non è qualitativamente adeguato.

Da questa mia osservazione nasce la proposta di riflettere insieme su come rendere il Self Tape uno strumento veramente utile e non un’arma a doppio taglio.

Il lavoro sarà molto pratico e si articolerà in due tempi: agli iscritti verrà assegnato un SELF TAPE da realizzare che verrà mandato alla Casting Director nella settimana precedente il week end. Durante il week end di lavoro si analizzerà il lavoro fatto, si faranno delle osservazioni e delle esercitazioni. Nel pomeriggio di Sabato la docente assegnerà quindi un nuovo SelfTape da realizzare per il giorno seguente. La Domenica si valuterà come è cambiato il lavoro e si cercherà di stilare un decalogo di cui gli Attori potranno fare tesoro per i propri futuri provini tramite Self Tape.

VALENTINA MATERIALE Casting Director di Cinema e Pubblicità dal 2003. Docente di Casting presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano e la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano. In collaborazione con Karina Arutyunyan tiene il Laboratorio intensivo sulla recitazione cinematografica L’ATTORE DAL TEATRO AL CINEMA presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano, appuntamento ormai fisso da sei anni. Ha tenuto presso il CSC Milano il primo CSC LAB sul DIALOGO TRA REGISTA E ATTORE NEL CINEMA. Tiene workshop e lezioni sulla Recitazione Cinematografica e Auditiong presso numerose scuole di recitazione di Milano. I film e le serie tv più recenti di cui ha curato il Casting sono stati Genitori quasi perfetti di Laura Chiossone (2019), Lesson of Love di Chiara Campara (Mostra del Cinema di Venezia 2019), il Casting dei bambini per il nuovo film di Gianni Amelio, Hammamet, la serie tv Come quando fuori piove di Fabio Mollo con Virginia Raffaele su Canale 9 (2018), Camera Cafe per Rai 2 (2018). In pubblicità lavora con numerose case di produzione italiane e straniere.

 

COSTI

SINGOLO WORKSHOP: 150 €

+ 10€ tessera associativa (annuale) + 5€ copertura assicurativa (annuale)

 

Per informazioni e iscrizioni:

info@centrostudioattori.it

Tel 351 9527010

 

 

Per informazioni o curiosità su Workshop ospitati in passato consulta il nostro ARCHIVIO